fbpx

Bollo auto

Un tributo regionale il cui versamento spetta a tutti i possessori di un'auto indicati dal Pubblico Registro Automobilistico.

Chi deve pagare la tassa automobilistica?

È tenuto a pagare la tassa automobilistica chi, alla scadenza utile per il pagamento, nel pubblico registro automobilistico (PRA) risulta:

1.

Proprietario
del veicolo

2.

Utilizzatore, usufruttuario o acquirente con patto di riservato dominio, in caso di veicolo con contratto di leasing, usufrutto o acquisto con patto di riservato dominio

3.

Utilizzatore di un veicolo con contratto di noleggio a lungo termiune senza conducente.

Da cosa dipende il bollo auto?

L’importo dovuto dipende dalla potenza del veicolo, espressa in kW oppure in cavalli, e dal suo impatto ambientale. Ogni regione italiana ha dei parametri di riferimento, perciò l’ammontare del tributo da versare annualmente può variare da una regione all’altra.

Il primo "bollo" per un veicolo nuovo,
quando si deve pagare?

La normativa attualmente in vigore prevede che per i veicoli di nuova immatricolazione il bollo auto vada versato entro il mese di immatricolazione, mentre la tassa non è dovuta nei casi di furto dell’auto, di vendita o di demolizione. Sono inoltre previsti diversi casi di esenzione dal bollo auto. Sebbene la lista cambi di regione in regione, i casi più comuni di esenzione sono quelli di invalidità del proprietario dell’auto, l’appartenenza dell’automobile alla categoria delle auto storiche o di interesse collezionistico.